OPEN

UN MODO NUOVO DI COSTRUIRE LA CONOSCENZA

17/12/2014 stampa

I Comuni possono rilasciare le credenziali di accesso ai servizi online della Regione FVG.

L’iter è semplice e i vantaggi per i cittadini e per le Amministrazioni sono molteplici

Gli Enti locali, oltre a poter attivare le Carte Regionali dei Servizi, dallo scorso novembre, possono rilasciare credenziali di tipo standard di loginfvg, il sistema unico di autenticazione regionale, consentendo ai propri cittadini e alle imprese l’accesso ai molteplici servizi offerti dalla Regione FVG.

Questo permette anche ai cittadini residenti fuori regione, che non dispongono della Carta Regionale dei Servizi o altro dispositivo compatibile con Carta Nazionale dei Servizi, di fruire dei servizi on line erogati dalle Amministrazioni Pubbliche della regione, anche su dispositivi mobili, smartphone e tablet, senza comunque la necessità di installare un lettore di smartcard.

Si tratta, pertanto, di una nuova funzionalità, integrata con il sistema di attivazione delle CRS, ovvero il software denominato Card Management System, che permette il rilascio delle credenziali da parte dell’operatore dell’Ente locale, previa identificazione "de visu" del cittadino. Il tipo di identificazione standard prevede che l'accesso possa essere effettuato usando un nome utente (username) ed una password senza l'utilizzo di certificati digitali contenuti in dispositivi hardware, come invece previsto per l’autenticazione di tipo avanzato, ma richiede comunque che l’identità personale sia preventivamente certificata.

Gli operatori potranno altresì attivare la Carta regionale dei Servizi, per i cittadini che ne faranno richiesta, in modo da permettere l’accesso ai servizi online in modalità avanzata. La modalità di autenticazione avanzata, detta anche autenticazione a due fattori, richiede l’uso di dispositivi hardware (smartcard o business key compatibili CNS) di cui il cittadino detiene il possesso esclusivo, garantendo in questo modo un livello di sicurezza superiore. A titolo di esempio è la modalità di autenticazione richiesta dai servizi di consultazione di dati clinici sanitari.

Altri servizi invece, per esempio l’accesso al portale suap in rete, l’accesso ai servizi tributari, ai servizi anagrafici, al pagamento delle mense scolastiche, non richiedono di utilizzare una carta di identità elettronica o carta nazionale/regionale dei servizi (CNS/CRS), ma sono accessibili con credenziali username e password che certificano l’identità, quelle di livello standard. La novità presuppone che l’Ente diventi certificatore per poter essere abilitato a rilasciare le credenziali.

Le Amministrazioni Comunali possono essere delegate al trattamento dei dati personali relativamente alla gestione delle credenziali di accesso al sistema loginfvg e all'attivazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS), di seguito l’iter da seguire:

  1. l'Ente Locale fa richiesta di adesione alla rete di sportelli di gestione delle identità digitali dei cittadini tramite il CRMSIAL disponibile nell'area riservata del Portale delle Autonomie Locali, selezionando la voce di menu “Identità digitale - Richiesta abilitazione per il rilascio delle credenziali standard loginfvg e attivazione CRS” (schermata n. 1);
  2. l'Ente provvede a precompilare i moduli allegati (modulo nomina incaricato, modulo delega ente), editando le parti evidenziate in colore GIALLO. E’ necessario compilare tanti modelli di nomina quanti sono i funzionari certificatori;
  3. i moduli compilati devono essere allegati alla richiesta CRMSIAL accedendo alla funzione "Archivio richieste" (schermata n.2, schermata n.3);
  4. Il Sieg controlla la correttezza della richiesta, dopo aver verificato che il richiedente è un Ente che ha sottoscritto il Protocollo d'Intesa per l'adesione al Sistema Informativo delle Autonomie Locali (SIAL);
  5. La Regione, nella persona del Responsabile del trattamento dei dati personali sottoscrive e spedisce all'Ente Locale Comune la delega e i documenti di nomina degli incaricati (in duplice copia);
  6. l'Ente Locale restituisce alla Regione copia della documentazione controfirmata dagli interessati;
  7. Ricevuta la documentazione, il Sieg dà incarico ad INSIEL di procedere alla generazione delle credenziali loginfvg per l’accesso al sistema di gestione delle identità digitali;
  8. Qualora un incaricato disponga già delle credenziali loginfvg le sue credenziali permetteranno l’accesso al sistema di gestione delle identità digitali

 

 
INSIEL S.p.A. Regione Friuli Venezia Giulia